Diego Della Valle - (letta 6.767 volte)

Grandi prati. Una trentina di bambini guidati da maestre si aggirano fra le spaziose costruzioni di una moderna azienda, guardano dentro attraverso enormi vetrate, lanciano gridolini riconoscendo mamme e papà al lavoro, raggiungono di corsa un parco giochi e poi si rifugiano in un asilo dove cominciano a disegnare sdraiati per terra.
In un’altra ala della costruzione si intravedono una decina di persone, uomini e donne, impegnate a muovere quelle macchine infernali che servono per tenersi in forma. Fitness. “Dobbiamo star bene noi e dobbiamo fare stare bene quelli che lavorano con noi. Dobbiamo guadagnare ma non a scapito dei dipendenti”. Due regolette semplici ma rivoluzionarie, almeno al giorno d’oggi.
Diego Della Valle, leader di uno dei gruppi più importanti (500 miliardi di fatturato) nel settore calzaturiero (Tod’s, Hoogan) e dell’accessorio, spiega così la sua filosofia che lo ha portato a costruire la sua ultima fabbrica in maniera così anticonvenzionale. Grandi spazi, soffitti alti, tanto verde, tanta luce. Verrebbe da dire: che spreco. In uno stanzone in cui siamo abituati a vedere trenta persone gomito a gomito, sguazzano sei dipendenti.

Leggi tutto »

[csf ::: 00:00] [Commenti]
Share