Serena Dandini - (letta 22.078 volte)

Decine di comici in libreria, vignette su tutti i quotidiani, umorismo in televisione, al cinema, alla radio. Teatri esauriti. Overdose di risate ovunque. È vitalità o crisi? Il fatto che ci siano molti comici vuol dire che c’è molta buona comicità in giro? E soprattutto: che cosa c’è da ridere? Serena Dandini, autrice comica, conduttrice tv, direttore artistico dell’Ambra Jovinelli, spiega: «Più i tempi sono duri, più l’evasione di una risata ti aiuta. Questa guerra infinita, queste elezioni infinite, questo buco dell’ozono infinito, quest’ansia infinita spingono alla risata».
Il livello è basso.
«Certo. Uno fa il provino. Ha un buon tormentone. Viene subito preso e sbattuto in televisione. Quando non funziona più si butta. Usa e getta. E si creano dei disadattati. Aldo, Giovanni e Giacomo hanno fatto una gavetta di anni.

Leggi tutto »

[csf ::: 00:00] [Commenti]
Share
  
Serena Dandini - (letta 774 volte)

Aldo, Giovanni e Giacomo, Anna Marchesini, Diego Abatantuono, Corrado Guzzanti, Gene Gnocchi, Teo Teocoli,Lella Costa, Antonio Albanese: “Comici”, otto puntate tutte da ridere sulla comicità italiana, inventate, scritte e condotte da Serena Dandini insieme a Gino e Michele. Sono cominciate quasi in sordina e sono finite alla grande mostrando il meglio della scuola romana e di quella milanese sul campo neutro di Bologna dove il programma è stato allestito.

Scuola milanese e scuola romana. E i toscani?
Ci sono, ci sono. C’è l’anima toscana di Paolo Hendel. Fondamentale e liberatoria. E’ il maschio che ha superato la timidezza del post femminismo. Paolo Hendel è l’avanguardia. E’ oltre. Non si fa più intimidire dall’emancipazione femminile. Mi dice quello che vuole e dicendolo a me lo dice a tutte le donne.

Leggi tutto »

[csf ::: 17:51] [Commenti]
Share