Maria Cuffaro - (letta 4.909 volte)

«Per una notte farò la prostituta». Maria Cuffaro, redattrice di Sciuscià, il programma di Michele Santoro, avverte i telespettatori e si tuffa nell’ avventura. Complice è una prostituta tedesca, nome di battaglia Dorotea, che la porta a casa sua e la veste. Minigonna e top di pelle d’ordinanza, con tante borchie. Sono più le cose scoperte di quelle coperte. Dorotea, già che c’ è, le dà anche qualche lezione di sesso mercantile. Tira fuori da un armadio un grande fallo di gomma e le spiega che le sue prestazioni sono quasi tutte false. Gli uomini credono di penetrarla ma in realtà si accomodano in una tenera cuccia formata dalle sue mani. E anche il sesso orale è finto. Anche quello è semplicemente manuale. Una truffa. «Ma noi tedesche facciamo tutte così», le spiega. Poi dà una dimostrazione pratica. E non contenta fa fare la stessa cosa a Maria Cuffaro, prima nella parte della donna poi nella parte dell’uomo. Quindi tutte e due giù in strada ad adescare clienti. Il tutto in onda sui Rai 2, lunedì scorso.

Leggi tutto »

[csf ::: 00:00] [Commenti]
Share